Tutti i numeri del T370 Coupé

Il Tuccoli T370 Coupé, nella tecnicità delle sue forme in stile sport fisherman americano, è un frutto totalmente Made in Italy. La carena è studiata per affrontare i nostri mari che hanno caratteristiche d’onda ben diverse dagli oceani. La prua è stellata, la V mantiene un angolo significativo per buona parte dell’opera viva, terminando a poppa con un deadrise di 18°, tale da consentire allo scafo velocità di crociera superiori ai 25 nodi e 34 di massima pur senza motori enormi, bastano 2 x 370 HP Volvo Penta D6. Inoltre, grazie all’opera viva si è voluto assicurare alla barca grande stabilità. Non solo in navigazione, ma soprattutto a motori spenti. Per agevolare chi a bordo del T370 Coupé pesca, ma anche chi la barca la usa per andare in crociera: avere uno scafo poco incline al rollio quando si è all’ancora, in rada, migliora molto la vita di bordo.

Spazi e volumi interni del Tuccoli T370 Coupé sono curati per esaltarne la versatilità. Il pozzetto dell’imbarcazione a poppa offre quasi 5 metri quadrati di superficie, utili per accogliere più pescatori contemporaneamente, senza intralcio nell’azione di pesca. E un’ampia zona living è a ridosso della zona di pilotaggio. Posizionata su un piano rialzato è protetta dal grande hard top che caratterizza la linea dello scafo ed è chiudibile da una grande vetrata, perfetta per i momenti conviviali o per pranzare a bordo.

La dinette a C è il fulcro della vita a bordo. Completa di tavolo regolabile, è servita da una cucina esterna con piastra a due fuochi in vetroceramica, da un lavabo con miscelatore e da un frigo 50 litri. Se gli ospiti sono anche patiti dell’abbronzatura, i progettisti Tuccoli hanno previsto un prendisole, da ben 5 metri quadrati ricavati sulla tuga, nella zona prodiera del T370, raggiungibile in piena sicurezza grazie ai 27 cm di larghezza dei passavanti e protetti da tientibene.

Il T370 Coupé esprime pienamente la mission del cantiere Tuccoli: il cliente non deve acquistare un fisherman, ma il proprio fisherman. È un natante: grazie alla lunghezza scafo di 9,98 m non necessita di immatricolazione. Ha volumi interni particolarmente generosi che sfruttano pienamente la larghezza dei masconi e più in generale il baglio dello scafo. Grazie a ciò, sotto coperta offre due distinte cabine: armatoriale a prua con letto matrimoniale centrale, e ospiti a centro barca con letti affiancati che possono essere trasformati in un secondo matrimoniale. Fra i due ambienti i progettisti hanno collocato una seconda zona living ma, soprattutto, due distinti bagni dei quali quello a proravia con accesso diretto dalla cabina armatoriale.

Sulla base di tale layout il cantiere è disponibile a studiare con il cliente soluzioni abitative e di allestimento personalizzate perché sia perfettamente conforme alle proprie necessità.